Promozione ed analisi

Promozione ed analisi





Utilizza gli Strumenti per i Webmaster gratuiti di GOOGLE

Rendi la scansione di Googlebot più semplice attraverso gli Strumenti per i Webmaster I principali motori di Ricerca, incluso Google, mettono a disposizione gratuitamente i propri strumenti per webmaster. Gli Strumenti per i Webmaster di Google aiutano i webmaster ad avere maggiore controllo su come Google interagisce con i loro siti web e forniscono loro informazioni utili a riguardo. L’utilizzo degli Strumenti per i Webmaster non garantirà al tuo sito nessun trattamento preferenziale, ma potrà aiutarti a identificare problematiche che, se affrontate, potranno migliorare le prestazioni del tuo sito nei risultati di ricerca. Il servizio permette ai webmaster di:
  • vedere quali parti di un sito il Googlebot non riesce a raggiungere
  • segnalare / inviare una Sitemap XML
  • analizzare e generare file robots.txt
  • rimuovere URL indicizzati dal Googlebot
  • specificare un dominio preferenziale
  • identificare problematiche relative ai meta tag title e description
  • conoscere le principali query di ricerca che portano a un sito
  • dare un’occhiata a come il Googlebot vede le pagine
  • rimuovere elenchi di link indesiderati che Google potrebbe utilizzare nei risultati
  • ricevere notificazioni in caso di violazioni delle linee guida della qualità e inoltrare una richiesta di riconsiderazione
Anche Yahoo! (Yahoo! Site Explorer) e Microsoft (Live Search Webmaster Tools) offrono strumenti gratuiti per webmaster.

Per poter utilizzare gli strumenti di google web master è necessario disporre di un account google (classica casella di posta @gmail) ed accedere mediante il sito: https://www.google.com/webmasters.
Una volta effettuato l'accesso agli strumenti per il webmaster bisognerà aggiungere un sito mediante l'apposito pulsante
A questo punto il sistema ci chiederà l'url del sito da aggiungere ed in questo caso inseriremo l'url del nostro sito.

Subito dopo l'inserimento dell'url, google ci chiederà di confermare di essere i propriertari del sito offrendoci varie tecniche per eseguire questa azione.
Per default google ci induce ad utilizzare la tecnica del "Caricamento di un file HTML", ma noi non utilizzeremo questa tecnica. In alto troveremo due tab, ripettivamente: "Metodo consigliato" e "Metedo alternativo". Clicchiamo su "Metodo alternativo", troveremo altre possibili tecniche per verificare il nostro sito, tra queste scegliamo "Tag HTML", troveremo una schermata come quella che segue:
google ci sta chiedendo di inserire nel nostro sito web il metatag google-site-verification. Semplicemente dovremo inserire tale meta-tag tra le impostazioni del nostro sito onweb. Quindi andiamo nell'area riservata del nostro sito Onweb. Andiamo in GESTIONE, IMPOSTAZIONI, METATAG e clicchiamo su Nuovo metatag
  • Nome:, inseriamo il name del meta-tag (nel nostro caso: google-site-verification)
  • Contenuto:, inseriamo il content del meta-tag (nel nostro caso: EPQTyZChoIrT0xcq3YyFRKKy3kAGcd8Y_h8LVtWq7T8)
fatto ciò possiamo tornare su google web master e cliccare il pulsante VERIFICA




Utilizza le sitemap per segnalare a GOOGLE la struttura del tuo sito

La sitemap del sito è disponibile solo per gli utenti PRO di Onweb, ed è fondamentale per una buona scansione del sito da parte dei crawler dei motori di ricerca i quali analizzano la sitemap, seguono le pagine che vi sono state inserite e le indicizzano nei motori di ricerca.

La sitemap infatti è una semplice pagina contenente i link a tutte le pagine del tuo sito o almeno alle più importanti (nel caso tu ne abbia centinaia o migliaia) può essere estremamente utile. Creare un file Sitemap XML permetterà ai motori di ricerca di trovare più facilmente le pagine del tuo sito.

Onweb crea dinamicamente la tua sitemap, pertanto per ogni pagina inserita nel tuo sito la stessa verrà inserita automaticamente.
Puoi visionare la tua sitemap direttamente accedendo all'url http://nome del tuo sito/sitemap ed utilizzare questo url per segnalare ai vari motori di ricerca la presenza della tua sitemap.

Per segnalare la sitemap si utilizzano gli strumenti per il webmaster. In primis eseguiamo l'accesso tramite il sito https://www.google.com/webmasters.
Appena effettuato l'accesso, nella dashboard degli strumenti per il web master notiamo l'area dedicata alla sitemap:
cliccando su SITEMAP accediamo al dettaglio della sitemap (in caso già ve ne fosse caricata una) dove avremo la possibilità di segnalare la sitemap a google.




Utilizza gli Strumenti per i Webmaster gratuiti di BING

Agevola la scansione del crawler di BING sul tuo sito Anche Bing, come google mette a disposizione gratuitamente i propri strumenti per webmaster, gli stessi vengono condivisi da YAHOO pertanto basta eseguire le operazioni descritte per BING per dare valenza al proprio lavoro anche su YAHOO.

Per poter utilizzare gli strumenti di google web master è necessario disporre di un account microsoft (classica casella di posta @hotmail) ed accedere mediante il sito: http://www.bing.com/toolbox/webmaster.
Una volta effettuata l'iscrizione ed effettuato l'accesso agli strumenti per il webmaster bisognerà aggiungere un sito mediante l'apposito pulsante
A questo punto il sistema ci chiederà l'url del sito da aggiungere ed in questo caso inseriremo l'url del nostro sito ed il link alla sitemap
Come da prassi, anche BING ci chiederà di verificare la proprietà del sito segnalato, anche in questo caso abbiamo varie opzioni per assolvere a tale operazione:
- Opzione 1: collocare un file XML nel server Web
- Opzione 2: copiare e incollare un tag meta nella pagina Web predefinita
- Opzione 3: aggiungere record CNAME a DNS

Il consiglio è di scegliere nuovamente l'opzione del tag meta perchè onweb gestisce questa opzione, pertanto creeremo un nuovo tag meta seguendo la figura che segue:
  • Nome:, inseriamo il name del meta-tag (nel nostro caso: msvalidate.01)
  • Contenuto:, inseriamo il content del meta-tag (nel nostro caso: 7C9A00BFD3F13F1932C7038D840EB2CD)
fatto ciò possiamo tornare sugli strumenti del web master di BING e cliccare il pulsante VERIFICA



Utilizza le sitemap per segnalare a BING la struttura del tuo sito

Come già detto nel capitolo riguardante google, la sitemap del sito è disponibile solo per gli utenti PRO di Onweb, ed è fondamentale per una buona scansione del sito da parte dei crawler dei motori di ricerca i quali analizzano la sitemap, seguono le pagine che vi sono state inserite e le indicizzano nei motori di ricerca.

Onweb crea dinamicamente la tua sitemap, pertanto per ogni pagina inserita nel tuo sito la stessa verrà inserita automaticamente.
Puoi visionare la tua sitemap direttamente accedendo all'url http://nome del tuo sito/sitemap ed utilizzare questo url per segnalare ai vari motori di ricerca la presenza della tua sitemap.

Per segnalare la sitemap si utilizzano gli strumenti per il webmaster. In primis eseguiamo l'accesso tramite il sito
https://www.bing.com/webmaster.
Appena effettuato l'accesso, nella dashboard degli strumenti per il web master notiamo l'area dedicata alla sitemap:
cliccando su INVIA SITEMAP si apre un piccolo campo di testo dove inserire l'url della sitemap sul nostro sito onweb ed il gioco è fatto!



Come aumentare il numero di link in entrata per valorizzare il tuo sito.

La maggior parte dei link al tuo sito verranno guadagnati con gradualità: man mano che la gente scoprirà il tuo contenuto attraverso la ricerca o in altro modo infatti, deciderà di linkarlo.

D’altra parte, Google è consapevole del fatto che tu voglia dare la maggiore esposizione possibile al contenuto da te creato. Promuovendo con efficacia il tuo nuovo contenuto potrai renderlo più velocemente rintracciabile da parte di coloro che sono interessati all’argomento. Tuttavia, come per altri punti trattati da questa guida, portare agli estremi queste raccomandazioni potrebbe di fatto danneggiare la reputazione del tuo sito.

Sfrutta i blog per annunciare nuovi contenuti ed aumentare la visibilità online.

Far sapere ai tuoi visitatori che hai aggiunto qualcosa di nuovo tramite un blog post sul tuo sito è un ottimo modo di spargere la voce riguardo a nuovi contenuti e servizi. Il tuo articolo potrebbe essere anche ulteriormente divulgato da altri webmaster che seguono il tuo sito, o da feed RSS.

Anche impegnarsi nella promozione offline della tua azienda o del tuo sito può essere gratificante. Ad esempio, se hai un sito d’affari, assicurati che i suoi URL compaiano nei tuoi biglietti da visita, intestazioni da lettera, depliant, ect. Puoi anche inviare newsletter periodiche ai clienti per informarli delle novità sul tuo sito aziendale.

Se hai un business locale, aggiungere i dati su Google Places ti aiuterà a raggiungere più clienti attraverso Google Maps e la ricerca web. Il Centro di Assistenza per Webmaster contiene ulteriori consigli su come promuovere il tuo business locale.
E' BUONA NORMA
Frequenta i siti di social media
I siti creati sulla base dell’interazione e condivisione tra utenti hanno spesso favorito l’incontro tra gruppi di utenti interessati a un determinato argomento e contenuti ad esso correlati.
Evita di:
- tentare di pubblicizzare ogni singola, minima aggiunta di contenuto; scegli aggiornamenti significativi e interessanti
- coinvolgere il tuo sito in schemi che pubblicizzano il tuo contenuto artificialmente come servizio aggiuntivo
Incontra la comunità di riferimento del tuo business
Probabilmente ci sono diversi siti che trattano argomenti simili ai tuoi. Aprire canali di comunicazione con questi siti è generalmente vantaggioso. Argomenti di rilievo nella tua nicchia o comunità potrebbero suggerirti nuove idee per il tuo contenuto o per costruire una buona risorsa per tale comunità.
Evita di:
- diffondere richieste di link a tutti i siti relativi al tuo settore d’interesse
- acquistare link da un altro sito con lo scopo di ottenere PageRank piuttosto che traffico




Strumenti di Analisi come Google Analytics e Website Optmizer ti permetteranno un’analisi di alto livello.

Se hai migliorato l’indicizzazione del tuo sito usando gli Strumenti per Webmaster di Google o altri servizi, probabilmente sei curioso di conoscere il traffico verso il tuo sito. Programmi di statistiche per il web come Google Analytics sono una valida fonte di analisi a riguardo. Puoi usarli per:
  • analizzare in che modo gli utenti raggiungono il tuo sito e il loro comportamento
  • scoprire qual è il contenuto più visitato sul tuo sito
  • misurare l’impatto delle ottimizzazioni che hai effettuato sul tuo sito (per esempio, cambiare alcuni meta tag title e description ha migliorato il tuo traffico dai motori di ricerca?)
Le statistiche, combinate con i dati provenienti dai file server log, possono offrire ad un webmaster con conoscenze avanzate un quadro di informazioni ancor più completo riguardo l’interazione degli utenti con i tuoi documenti (come ad esempio keyword ulteriori tramite cui gli utenti potrebbero trovare il tuo sito).

Infine, Google offre un altro strumento, chiamato Google Website Optimizer, che permette di sperimentare per trovare quali cambiamenti alla tua pagina possono produrre le migliori percentuali di conversione con i visitatori. Questo, in combinazione con Google Analytics e gli Strumenti per i Webmaster di Google è un potente strumento da utilizzare per migliorare il tuo sito (guarda il nostro video su come utilizzare il "Google Trifecta").

Per poter accedere a tali servizi basta iscriversi al sito: http://www.google.it/intl/it/analytics/ cliccando sul pulsante CREA UN ACCOUNT, se invece si possiede già un account google, basta cliccare sul link "ACCEDI"

Per aggiungere un sito al monitoraggio analytics bisogna cliccare il link AMMINISTRAZIONE posto in alto alla pagina
successivamente clicchiamo su "CREA NUOVA PROPRIETA" per aggiungere il sito ai nostri strumenti google analytics.
Il sistema ci mostrerà un form con dei campi da popolare, tra cui:
  • Nome del sito web: e qui inseriremo il nome non l'indirizzo (es. Sito Demo)
  • URL del sito web: qui inseriremo l'url del sito (es. http://www.tuosito.it)
  • Categoria del settore
  • Fuso orario dei rapporti
Alla fine del processo clicchiamo sul pulsante "Ottieni l'ID di monitoraggio". Il sistema ci restituirà una scritta da copiare ed incollare sul nostro sito onweb nell'area riservata GESTIONE, IMPOSTAZIONI, GOOGLE ANALYTICS.

Il giorno successivo sul vostro account analytics inizieranno a comparire i primi risultati statistici.